Daniela Mirisola

nasce in Sicilia in una casa traboccante di libri.

Leggendoli ha volato da un posto all'altro, ed è entrata in grotte e castelli, ha viaggiato su strade polverose, bighe, treni, aerei, in cielo, in fondo al mare, sulle cime delle montagne... nella natura.

Per questo motivo crede che il miglior regalo che si possa fare ad un bambino sia un libro.

Ha una formazione classica, le piacciono l'inglese ed il tedesco, e lavora come psicologa scolastica in Veneto, dove vive da anni.

Scrive romanzi, racconti, poesie ermetiche.

In lei la natura si intreccia con emozioni e sentimenti  quando -da bambina- fu sorpresa da un violento temporale che l'ha spaventata, ma, allo stesso tempo, affascinata.

E oggi, quel temporale è una poesia contenuta nella silloge: “Tra le cime dei sogni”!

Con il racconto giallo: “Gregorio che lustrava le suole” è stata finalista al concorso “Il mio esordio 2018”, ed ha avuto una menzione di merito al “Premio Artisti per Peppino Impastato 2019".

Diverse sue poesie ermetiche, dedicate alla natura e all'amore, sono giunte in finale in concorsi letterari nazionali e internazionali. Le stesse sono inserite in una antologia della CET-Scuola Autori di Mogol, e in altre con introduzione di Alessandro Quasimodo, Francesco Gazzè, Giuseppe Aletti.

Con il racconto umoristico: "Un bambino bianco, ma per poco!" ha vinto la "battaglia letteraria" settimanale Storiebrevi (2019) https://ilmiolibro.kataweb.it › storie.

La stessa è in procinto di pubblicare una raccolta di racconti per l'infanzia dal titolo: “Il cielo tra i banchi” con la CE Erickson (TN).

Stampa Stampa | Mappa del sito
© LfaEditoreNapoli Via Armando Diaz 17 80023 Caivano Partita IVA: 06298711216