"Ora che mi accingo a scrivere qualche rigo dedicato alla mia vita, confesso di avere qualche difficoltà senza l' aiuto della fantasia, che consegna alle pagine le vite di tante me stessa e nessuna. Mi chiamo Maria Rosaria Spina e sono nata nel maggio del 1980, i miei mi hanno assicurato che non si trattava di un venerdì, in fondo noi campani un po' di superstizione l'abbiamo nel DNA. Nata e cresciuta in un ambiente contadino, imbevuto di aria pulità, libertà, curiosità e da valori legati alla vita e ai ritmi della terra.

Mi vedevo come la versione campana di Mowgli de Il libro della giungla, per cui stare seduta fra i banchi e chiusa in una scatola chiamata scuola nei primi giorni mi sembrò quasi una tortura, ma poi capii che quella scatola poteva essere smontata come un gioco e al tempo stesso ti dava le regole per capire come accendere quel mostro sacro chiamato curiosità, che aveva permesso all'essere umano di evolversi. Leggere e studiare per comprendere e alimentare quel fuoco per poter pensare liberamente ed ascoltare e comprendere gli altri. Direi che l'unica pecca sia stato l'aver sbagliato la scelta degli studi universitari, come molti letterati scelsi legge, chissà che non sia un segno di buon auspicio. Attualmente mi occupo di editing e traduzioni e  vivo ancora su quel ramo della collina che accoglie la città di Gragnano."

Stampa Stampa | Mappa del sito
© LfaEditoreNapoli Via Armando Diaz 17 80023 Caivano Partita IVA: 06298711216