LFA PUBLISHER; PUBBLICHIAMO SENZA ALCUN CONTRIBUTO PER GLI AUTORI

 

Distribuzione esclusiva cartacea

LIBRO CO. ITALIA srl Firenze

Ebook Street Lib

LFA Publisher Napoli: immergetevi nel mondo dei libri!

Non richiediamo alcun contributo ai nostri autori... mai!


La LFA Publisher, nasce come agenzia di grafica ed impaginazione per importanti case editrici della Lombardia. In seguito diventa casa editrice indipendente con uno scopo; quello di pubblicare libri per autori -anche esordienti- senza alcun contributo per gli stessi. Le pubblicazioni, iniziate il 1° giugno 2016, hanno portato già alla realizzazione di numerosi testi che hanno suscitato l'interesse del lettore. Questo sito molto ricco di foto nasce per una forma di trasparenza. Il team -capitanato dalla Dott.ssa Anna Russo- si avvale di giovani professionisti, tra grafici ed editor,  pronti a far sì che un semplice scritto diventi qualcosa di immaginifico, infatti il libro in sé è il momento culminante delle attese di ogni scrittore, perché chi scrive sa bene che quando ha il proprio libro tra le mani diventa il culmine di tante attese e speranze, in virtù di ciò ci siamo prefissi di editare i libri con finimenti importanti, come alette alla cover e carta palatina 100gr. per gli interni. La LFA Publisher segue l'autore a 360° dall'impaginazione alla creazione della copertina a soggetto, passando per la distribuzione cartacea affidata in esclusiva a Libro Co. Italia, fino alla realizzazione di booktrailer in HD a supporto del libro stesso, naturalmente tutto a spese dell'Editore, perché chi scrive deve avere una sola peculiarità; quella dello scrivere bene e dare emozioni al Lettore...

a tutto il resto ci pensiamo noi! 

 

Inviate la vostra proposta INEDITA nella sezione Contatti di questo sito, caricandola direttamente nell'apposito form, oppure inviate all'indirizzo mail info@lfaeditorenapoli.it

I manoscritti giunti in redazione sono centinaia, noi leggiamo tutto per cui -vi preghiamo- non chiamate in redazione, si rallenta solo il lavoro.

Quando inviate l'Opera aggiungete un recapito telefonico, vi contatteremo noi.

 

"Grazie a tutti i nostri Autori che hanno pubblicato

con noi dal primo momento in cui è

partita l'avventura... ancora grazie di cuore."

ULTIM'ORA: COMUNICAZIONE LFA PUBLISHER

Abbiamo riaperto l'arrivo delle proposte il mese scorso, ma visto l'enorme volume delle stesse giunte in redazione, non potendo mantenere i tre mesi per una valutazione, nel profondo rispetto che nutriamo per gli autori e i loro sogni da oggi richiudiamo di nuovo l'accettazione delle proposte.

Noi crediamo di non essere come altri editori che dopo tre giorni ti danno il responso, oppure pubblicano anche l'elenco del telefono, noi leggiamo, valutiamo e investiamo da soli perché:

i vostri sogni e i nostri soldi meritano rispetto!

   La LFA resta chiusa per le ferie estive da             venerdì 31 luglio a lunedì 24 agosto.                            BUONE FERIE A TUTTI!

"Napoli Città Libro" dal 8 al 11 ottobre, una nuova kermesse per la LFA Publisher.              Ecco il palinsesto ufficiale dei firma copie

Ultim'ora; Franco Anatriello e la sua "Falena" candidati al Premio Napoli 2020. Ecco l'annuncio ufficiale dal canale You Tube della Fondazione Premio Napoli

Appena uscito uscito il nuovo libro di Fabio de Paulis: HO VISTO MARADONA, uno scritto che va oltre il calcio; sfocia nel sociale. Colla introduzione dell'immenso Maurizio de Giovanni e la prefazione di Paolo Del Genio, voce ufficiale SSC Napoli. 

Il calcio non è solo un gioco e Fabio de Paulis, con questo suo ultimo libro, lo illustra benissimo. Il parlare di Maradona, del Napoli Calcio, degli anni dello storico scudetto è quasi un pretesto per narrare quello che era Napoli prima del 1861. Napoli era il fulcro dell'Europa, Napoli colla prima ferrovia, col primo Corpo dei Pompieri, con la prima Università, con la prima vaccinazione antitubercolare e...  potremmo andare avanti per ore ma poi giunse il 1861 e tutto divenne nebbia, la città scivolò in un oblio inesorabile fino a quando, come scrive l'amico Maurizio de Giovanni che con la sua penna ha nobilitato questo libro: " perché in questa città era arrivato il Capitano". 

Nadia Marra da Gallipoli, è l'autrice dell'anno LFA Publisher 2019-20

Nadia Marra da Gallipoli, con il suo "Emozioni dal Mare" è l'autrice dell'anno LFA Publisher 2019-20 scelta dal voto della redazione completa della nostra CE. L'autrice salentina subentra al perugino Giovanni Staibano che lo scorso anno vinse con il romanzo "La Madre". Nadia è stata scelta con altri quattro autori; Daniela Merola, Tiziano Papagni, Massimo Russo e Rocco Luccisano, per la finale tra gli oltre 60 libri e, quindi, autori che hanno pubblicato nel 2019 e inizio 2020 colla nostra CE. Alla fine, come detto, ha trionfato la scrittrice salentina per il grande impegno ed amore che ha profuso nella pubblicizzazione della propria Opera. Nel corso della diretta facebook, l'editore Lello Lucignano, ha speso parole d'elogio nei confronti della scrittrice pugliese e ha ricordato il dramma che sta colpendo l'Italia intera, il Covid 19, citando in particolare uno degli autori finalisti; Tiziano Papagni perché è della Lombardia, la regione più colpita da questa Pandemia, incitando gli stessi lombardi ad andare avanti con forza e vigore che mettono in ogni cosa fanno, chiudendo con parole di speranza affinché questo nemico invisibile scompaia al più presto proprio come è comparso, dando -poi- l'appuntamento all'autore dell'anno 2020-21. 

Majlinda Bregasi, già premiata come autrice del libro dell'anno in Kosovo, è Finalista del Premio per la Letteratura Europea 2020 indetto dall'Unione Europea

Con noi ha pubblicato: "Manoscritto"

Majlinda Bregasi, autrice LFA Publisher con il romanzo "Manoscritto", già insignita nel 2017 per il romanzo: La Fuga (edizioni Botimet Koha) come autrice del libro dell'anno con l'importantissimo riconoscimento decretato dal Ministero della Cultura del Kosovo, è da qualche giorno candidata, assieme ad altri 12 scrittori europei, al Premio per la Letteratura Europea 2020 indetto dall'Unione Euripea. L'autrice di origini albanesi, ma kosovara d'adozione, nei giorni scorsi ha presentatato a Pristina, capitale del KosovoMonoscritto. L'evento è stato organizzato dalla più importante casa editrice kosovara: la Botimet Koha al quale ha partecipato anche l'ambasciata italiana in Kosovo col vice Ambasciatore Matteo Corradini. 

 

Ai margini della presentazione stessa abbiamo posto all'autrice alcune brevi domande.

 

Majlinda, le chiedo da dove nasce la sua passione per la scrittura - e poi, ci parla un po' di sé?

La mia passione nasce dalle cose che mi coinvolgono emozionalmente e intellettualmente, a un livello così profondo che l’unico modo per poterle metabolizzare è scriverle. Il processo della scrittura è molto complesso e coinvolge tutti gli strati della coscienza, ma allo stesso tempo è un bisogno per riflettere e capire. E per capire bisogna studiare. Io non riesco a scrivere senza aver fatto prima una buona ricerca, anche se poi alla fine tutto sarà trasformato in una realtà artistica. Quando ho pubblicato il mio primo romanzo, “La Fuga”, tanti lettori mi scrivevano per domandarmi se fosse un romanzo autobiografico, perchè parlava della dittatura in Albania e della guerra in Kosovo. All’inizio sembrava una domanda quasi infantile. Perché pensavano così? Quando è stato pubblicato “Manoscritto”, che si situa nel seicento, la frase più frequente è stata “Non avevamo mai sentito di questa storia”. Non sono una letterata, sono una linguista, specializzata nell’analisi della conversazione, ma amo la letteratura quasi quanto la lingustica. Forse questi due campi si aiutano a vicenda e a me piace mischiarli. Ci metto un po’ di linguistica dentro la mia prosa, specialmente quando costruisco i dialoghi, dove riprendo i veri modelli del linguaggio umano. Sono nata in Albania nel 1976, quando il paese soffriva ‘il morbus mentalis” della dittatura di Enver Hoxha. Da piccola mi sentivo libera correndo nel villaggio dove erano conndanati a vivere i miei nonni. Guardavo la TV italiana di nascosto e dentro di me dubitavo, non potevo credere a due tipi di felicità nello stesso tempo, quella che si proclamava nel mio paese e quella che vedevo alla TV italiana. Erano due realtà diverse che non mi appartenevano. Ora posso dire che sono cresciuta con una visione distorta di tanti concetti fondamentali della vita, dove il dubbio trionfa. Questo forse mi ha aiutato nei miei interessi scientifici, ma non nella vita reale. Ho dovuto lavorare molto dentro me stessa. Ho vissuto la guerra in Kosovo e il dopoguerra, che sembra regnare ancora nel paese e temo che sarà così ancora per un bel po’. Vivo in Italia da 10 anni e ogni volta che rientro dal Kosovo, dove insegno all’Università di Pristina, mi rendo conto che lascio dietro un pezzo del mio cuore. Se mio figlio ‘italiano e albanese’ ha difficoltà a capire certe cose, come possono capire gli altri? Allora mi metto a scrivere…

Nel 2017 lei è stata insignita del premio più importante della letteratura dal Ministero della Cultura di Kosovo - che cosa significa per lei?

I riconoscimenti sono un modo per spingerti a non mollare, più che ad andare avanti. Tanta gente smette di scrivere dopo il primo romanzo, perché si rende conto che le cose non vanno come avevano proiettato nella loro mente. A volte un premio aiuta, ma io non credo ai premi. Credo nella capacità di coinvolgere gli altri. Oggi viviamo in un mondo dove esistono più premi che bravi scrittori. E poi alla fine ricordiamo solo gli autori che ci piacciono, mai i loro premi.

Cosa prova uno scrittore quando rilegge il suo libro, in fondo il libro stesso è una parte di sé… ?

“Manoscritto” è il mio secondo romanzo. Ho deciso di tradurlo dapprima in italiano, perché lo amo. Dicono che il romanzo che lo scrittore ama di più, è il migliore. Mentre lo traducevo soffrivo quando non riuscivo a trovare le parole giuste per descrivere le emozioni e i pensieri del personaggio piú atipico che abbia mai creato. Il frate di nome Uk (Lupo). Ho cambiato poche cose nella versione italiana. Ho aggiunto delle rifiniture che lo rendono forse più completo.

La solita domanda di routine, ma ci tengo tanto a farla: progetti futuri?

Tradurre prima possible “La treccia tagliata”, l’ultimo romanzo, perché ha avuto un successo sorprendente a pochi giorni dalla pubblicazione in albanese. È un romanzo che tratta il rapporto complicato e mistificato madre-figlia, che tormenta di nascosto forse ogni donna. La storia inizia proprio a Livorno, la città dove attualmente vivo, per poi allargarsi nel tempo e nello spazio fino a un campo di concentramento di donne e bambini nel sud dell’Albania, durante la dittatura di Hoxha. Ho fatto tante ricerche su questi campi, dei quali si sa poco, ho incontrato gente che ha passato l’infanzia lì dentro senza sapere il perchè, donne che mi hanno affidato tante storie. Sentivo che dovevo assolutamente dare una voce a tutti quei bambini che si sono spenti dentro il filo spinato che circondava il campo, sotto gli occhi delle mamme, che poi erano state costrette ad aprire con le proprie mani le loro fosse. 

In Italia - in conclusione - si scrive in tanti e si legge in pochi; com'è la situazione letteraria in Kosovo e in Albania, è diversa dal nostro Paese?

 È la stessa situazione dappertutto, purtroppo. Viviamo in un mondo ‘insta’ dove la gente preferisce il fast food in tutti i sensi.  È un mondo dove uno deve essere molto bravo, oppure molto stupido, per attirare l’attenzione. Tra questi due estremi, comunque, cerchiamo di ottimizzare quello spazio che rimane per approfondire le cose esenziali della vita, che non è detto debbano appartenere agli estremi nominati sopra. Alla fine la vita è fatta di cose semplici, dove c’è sempre tempo per un buon libro, perché c’è sempre gente dotata di un bel cervello e di un bello spirito. 

 

Articolo di Faith Marin

L'intervento del vice ambasciatore italiano in Kosovo;

Matteo Corradini e una attenta  Majlinda Bregasi ultima a destra.

Terminata la Fiera Internazionale

del Libro di Francoforte 2019

Portiamo a casa un grandissimo risultato

S'è chiusa la Buchemesse 2019, e la LFA Publisher, con la sua quarta partecipazione consecutiva alla kermesse tedesca, porta a casa dei grandissimi risultati. Su tutti anticipiamo che il libro di Ketty Capodici e Daniele Lama Trubiano: "La bambina svelata" sarà pubblicato e distribuito in lingua francese. A breve nella sezione Grandi Eventi di questo sito un ampio reportage della manifestazione con tante foto. Seguiteci...

Successo strepitoso per la

LFA PUBLISHER al Napoli Comicon 2019

Un successo strepitoso per la nostra CE all'ultimo Napoli Comicon, dove abbiamo presentato il primo fumetto targato LFA; NATO DAL SANGUE di Luciano Gaudino che è andato sold out in brevissimo tempo. Oltre allo stesso abbiamo presentato anche il mito di Orfeo e Euridice nel poemetto in rima illustrato: CHI HA UCCISO EURIDICE? di Vincenzo Tagliaferri, oltre a 10 firma copie di nostri autori. A breve nella sezione "Grandi Eventi" di questo sito il reportage completo. Ai margini l'aver avuto al nostro stand la presenza del maestro MILO MANARA e quella dell'amico MAURIZIO DE GIOVANNI per noi è stata la classica ciliegina sulla torta. 

Nelle foto;

il maestro Milo Manara al nostro stand e l'amico della LFA Maurizio de Giovanni.

Il Plurale di Poi di Maurizio Petraglia è stato presentato alla Camera dei Deputati a Roma

Il romanzo del battipagliese Maurizio Petraglia è stato presentato 

in Parlamento nella sala Nilde Iotti.

Mercoledì 6 Febbraio 2019 l’opera d’ingegno dello scrittore battipagliese Maurizio Petraglia; “Il plurale di poi” è stato presentato nella "Sala Nilde Iotti" alla Camera dei Deputati a Roma.
Un importante traguardo per l’autore, alla sua opera prima pubblicata da noi, e per la città che rappresenta.
Il Plurale di poi è nato grazie a lungo percorso emotivo, ha rappresentato l’occasione di mettere nero su bianco alcune tra le emozioni più intense della mia vita – ha dichiarato Maurizio Petraglia – è una storia personale che diventa collettiva attraverso il potere della scrittura..
Il romanzo, che ha ottenuto recensioni unanimemente positive, sè stato presentato attraverso la formula dell’incontro-dibattito tra relatori e pubblico nella sala convegni della Camera dei Deputati, tra le più importanti a livello nazionale. Ha moderato l’incontro la giornalista Ertilia Giordano che ha guidato i relatori attraverso le suggestioni e le tematiche contenute nel libro, passando per sinossi, caratteristiche tecnico-letterarie di scrittura, elementi biografici, brevi reading. Oltre all’autore, presenti la giornalista Ansa Alessandra De Vita, il docente Vincenzo Pietropinto, lo scrittore Ernesto Giacomino.

Un momento della presentazione con al centro l'Autore: Maurizio Petraglia

Quello che conta per noi è la trasparenza e il risultato

Oltre il 90% degli autori che hanno pubblicato prima con un'altra CE e poi con noi, hanno i nostri titoli al primo posto nella loro classifica personale di vendita su

IBSCiò ci rende felici e c'inorgoglisce

Fare editoria free è molto difficile; pagare distributri, grafici, agenti, stampa, impaginatori, videomaker, tasse, pubblicità... etc etc ma poi quando ottieni certi risultati tutto va in secondo piano. Facendo un excursus sulla piattaforma IBS abbiamo riscontrato, con enorme piacere, che oltre il 90% degli autori che hanno pubblicato prima con altri editori e poi con la LFA Publisher hanno tutti i loro titoli con noi pubblicati al primo posto nella loro classifica personale.

Un dato quindi che, oltre a darci un piacere immenso, rafforza la convinzione che quanto stiamo facendo va sempre più nella direzione giusta. La nostra politica è quella della trasparenza, per cui ciò che affermiamo può essere facilmente riscontrato, basta andare su: IBS e, poi di seguito, alleghiamo  anche alcuni screen shot da IBS che pubblichiamo in copia a questa informazione.

Infine un'altra cosa che ci fa piacere è quella che oltre il 70% dei nostri libri è in disponibilità immediata sugli store on line. Grazie al nostro distributore esclusivo: Libro Co. Italia.

Un nostro Autore; Armando Grassitelli    vince il prestigioso "Premio M. Troisi 2018"

Armando Grassitelli, autore per la LFA Publisher del libro; La bambina dai capelli neri neri ha vinto l'Edizione 2018 del prestigiosissimo "Premio Massimo Troisi" svoltosi al Teatro Flaminio di San Giorgio a Cremano, città natale del famoso attore e comico partenopeo. Armando ha vinto con l'Opera comica inedita; "Una famiglia con la emme maiuscola" scelta tra ben 50 proposte. Il Premio che da anni si propone come uno dei più importanti ed attivi, non solo sul territorio campano ma nazionale, ha visto come presidente di giuria il noto scrittore Pino Imperatore e Armando s'è visto premiare da un altro scrittore famosissimo; Maurizio de Giovanni, già amico della nostra CE. Alla serata sono intervenuti personaggi del mondo dello spettacolo importantissimi, tra cui: Enzo Decaro -già del trio La Smorfia col grande Troisi e Lello Arena- ed ancora l'immenso Lino Banfi, Nino Frassica, Anna Pavignano oltre che il sindaco della cittadina Giorgio Zinno. La motivazione che ha spinto la Giuria a premiare Grassitelli è stata: "Scrittura brillante e ritmata, che mescola abilmente la comicità di battuta con quella di situazione, ricordando a tratti i primi lavori di Achille Campanini per certe trovate surreali e stranianti. Se tutte le famiglie fossero così avremmo molti più motivi per ridere ed essere felici."

Ad Armando Grassitelli i complimenti del nostro Editore; Lello Lucignano e quelli della redazione intera della LFA Publisher, per un traguardo che apre grandi orizzonti al bravissimo scrittore napoletano, che appena dopo la premiazione ha voluto dedicare il Premio, giustamente, alla sua famiglia... che crediamo sia stata la musa ispiratrice del racconto vincitore.

 

Faith Marin

Armando alla destra di Maurizio de Giovanni nel momento della premiazione. 

VEDI LA PREMIAZIONE

Primi ciak per un film

tratto da un nostro Volume

Sono iniziate in provincia di Reggio Emilia le riprese del primo film tratto da un nostro Volume; Il Sole Nero di Kabul di Francesco Saverio Colecchia. Il libro parla di un tema molto attuale; il terrorismo. In special modo quello dell'Isis, che tenta di colpire un luogo simbolo del mondo cosiddetto "infedele"; il Colosseo. Per la regia dell'albanese Vitor Deda e la colonna sonora realizzata da Gianni Colonna, le riprese hanno visto il primo ciak in Emilia.

Un progetto molto ambizioso che, per la LFA Publisher e per l'Autore Francesco Saverio Colecchia,  è un giusto riconoscimento per un libro che sta destando l'attenzione dei lettori per la facilità d'espressione e per la trama molto intrigante che sta alla base del libro stesso.

Dopo il Napoli Comicon e la Fiera di Francoforte, il prossimo anno anche il Salone del Libro di Torino

Un'altra bellissima notizia per i lettori e autori della LFA PUBLISHER, il prossimo anno saremo presenti, per la prima volta, al Salone del Libro di Torino con un nostro stand, mentre restano confermati, per la terza volta consecutiva gli stand alla Fiera del Libro di Francoforte - Hall 4.1 L74 dal 10 al 14 ottobre 2018 - e al Napoli Comicon 2019.

Il Comicon 2018 è andato in archivio con 15 firma copie allo stand LFA

Vent'anni di Napoli Comicon e non sentirli... 

Uno straordinario successo di pubblico ha caratterizzato la ventesima edizione del Napoli Comicon, appuntamento imprescindibile per gli amanti del fumetto e del gioco. La LFA PUBLISHER, come avvenne lo scorso anno, è stata presente con un proprio spazio al Padiglione 4 ed ha ospitato ben 15 firma copie di propri autori provenienti da tutta la penisola. Di seguito tutte le foto dei quindici firma copie e gli ospiti illustri che c'hanno onorato della loro presenza, su tutti l'amico della LFA Maurizio de Giovanni -già con noi l'anno scorso- e Roberto Recchione fumettista tra l'altro della Marvel.

Insomma una grande esperienza che sarà replicata il prossimo anno ma con uno stand molto più grande, come assicura il patron della LFA Lello Lucignano, e che sicuramente darà tanto spazio e visibilità internazionale ai nostri autori.

Un grazie immenso allo staff LFA che si è prodigato in maniera eccellente per ospitare al meglio i nostri ospiti, su tutti Anna Maria Martines -responsabile- e i ragazzi; Francesco Caiazzo, Milena Giordano e Giusy Galletta per il lavoro profuso.

 

Faith Marin

Abbiamo pubblicato la terza Enciclopedia

al mondo sulla Canzone Napoletana e l'abbiamo presentata alla

Casina Pomepiana a Napoli

Alla Casina Pompeiana (archivio storico della canzone partenopea) a Napoli è stata presentata la nuova Enciclopedia della Canzone Napoletana, solo la terza pubblicata al mondo e scritta da un giovane di appena 24 anni; Giovanni Battista. Ed è proprio la giovanissima età del suo autore che nel capoluogo campano sta destando curiosità ed interesse. L'opera raccoglie tutti i brani editati dal 1200 in tre volumi. I primi due, in ordine cronologico, il terzo in ordine alfabetico. Nel primo volume v'è stata la prefazione di Lino Vairetti storico leader del gruppo progressive rock degli Osanna, il secondo volume con la prefazione di Antonio Buonomo, poliedrico cantante ed attore partenopeo, premiato col cast di Ammore e Malavita agli ultimi David di Donatello e dulcis in fundo l'ultimo volume, quello in ordine cronologico, con la prefazione dell'immenso Peppino di Capri. Insomma un grandissimo sforzo editoriale che vuole dare voce alla canzone italiana per eccellenza nel mondo; quella napoletana.

La kermesse, come detto in apertura, s'è svolta alla Casina Pompeiana di Napoli, luogo cult per eccellenza della musica napoletana. Alla presenza di un numerosissimo pubblico, la stessa è stata aperta dal responsabile della Rai per l'archivio video-storico Gino Aveta e poi è stata moderata, in maniera impeccabile, dalla giovane giornalista casertana Sara Cerreto che, con una sfilza di domande mirate all'autore, ha sviscerato in lungo e largo l'Enciclopedia che resta, secondo noi, una pietra miliare nell'editoria del settore, in quanto la canzone napoletana è patrimonio dell'umanità ed è giusto che anche un'opera letteraria tenga desta l'attenzione su qualcosa che il tempo e la storia hanno reso mitica.

 

Grazie al Comune di Napoli per l'uso della location e al direttore Bruno Marfé che ha messo tutti gli ospiti a proprio agio con garbo e signorilità.

 

Leggi articolo completo e video di Blasting News

Emma Chiffi

Si è chiusa la Buchemesse 2017,

Fiera del Libro di Francoforte.

Siamo stati presenti allo stand

LibroCo. Italia alla Hall 4.1 L76.

Responsabile stand dott.ssa

Donatella Nazzi.

 

 

ARTICOLO COMPLTETO E FOTO ALLA PAGINA GRANDI EVENTI LFA

Un successo incredibile la prima de 

Il Serraglio di Gennaro Rollo

Nella sezione Grandi Eventi l'articolo completo

TRE AUTORI LFA SUL PALCO IN UNA SERATA SPLENDIDA AL

TEATRO TROISI DI AFRAGOLA

Nuova presentazione multipla di nostri autori al Teatro Troisi

Nell'occasione premiata Silvia Brindisi con una targa offerta dall'Editore

Ecco l'articolo completo della splendida serata curato da Francesco Ambrosio.

ARTICOLO COMPLETO

La LFA al Napoli Comicon 2017

Un grandissimo successo

La LFA PUBLISHER, ha partecipato, con un proprio stand, al Napoli Comicon 2017.

Una esperienza bellissima in un caleidoscopio di colori e grandi suggestioni. Il Comicon è il salone internazionale del fumetto, e la LFA ha voluto partecipare per acquisire nuove esperienze e far conoscere allo smisurato pubblico -circa 300 mila visitatori nei 4 giorni di kermesse- i propri autori ed evidentemente i propri Volumi.

Lo stand, gestito dal nostro capo redattore del settore Comics Pietro Esposito, ha visto la collaborazione di Anna Maria Martines e Kristian Vespa, che sono stati impeccabili nella gestione dello stesso, rispondendo con garbo e professionalità alle più svariate informazioni chieste dagli avventori, e -allo stesso modo- hanno gestito con grandissima professionalità i ben 9 firma-copie dei nostri Autori intervenuti da ogni parte d’Italia.

Insomma una bellissima esperienza che la LFA sicuramente ripeterà il prossimo anno, magari portando proprio dei fumetti al posto dei vari romanzi e saggi portati quest’anno.

Ai margini della manifestazione una bellissima sorpresa per i nostri lettori, nella quarta e ultima giornata del Comicon è venuto a trovarci al nostro stand il grandissimo Maurizio de Giovanni che ha voluto così omaggiare la sfortunata autrice Laura Pace (non è potuta intervenire per un grave incidente che l’ha coinvolta ndr) in quanto lo stesso autore, tra l’altro de I Bastardi di Pizzofalcone o piuttosto del Commissario Ricciardi, ha dedicato una bellissima fascetta al libro di Laura; Peccati di Gola.

Insomma una bellissima esperienza che la LFA ha voluto far vivere ai propri autori, scelti per la manifestazione, e allo stesso modo continuare quel percorso di crescita che passa anche e sopratutto da queste manifestazioni così importanti.

Fare editoria free è molto difficile ma con la passione e l’impegno -spesso- si ottengono grandi risultati e il prossimo appuntamento per la LFA, quello della Fiera Internazionale di Francoforte dall’11 al 15 ottobre, ne è la controprova.  

Il libro di Laura Pace porta una fascetta d'eccezione scritta per l'occasione da Maurizio De Giovanni

Il 6 gennaio 2017 scorso è uscito un  Volume molto particolare, si chiama Peccati di Gola scritto e disegnato dalla scrittrice genovese Laura Pace, con una fascetta d'eccezione scritta per l'occasione da Maurizio De Giovanni.

"Morbide, sensuali e divertenti non si fanno certo scoraggiare. Le mie ciccione sono madri, figlie, mogli, amiche, amanti che in questo volume vi accompagneranno in un universo femminile tutto da scoprire". -Laura Pace

“La bellezza. Abita nelle parole, nelle immagini. Viene a galla all’improvviso o la si trova alla fine di una consapevole ricerca. La bellezza fa sorridere, la bellezza commuove. La bellezza è l’emozione. La bellezza può essere dovunque, può essere in chiunque. Ma una sola cosa è certa: la bellezza, quanta più ce n’è, meglio è. Quindi, che sia tanta. Ma tanta, tanta.”

-Maurizio De Giovanni

 

La storia della prima regista donna italiana; Elvira Notari, raccontata da Chiara Ricci, con la prefazione di Steve Della Casa

È appena uscito un Volume bellissimo, la storia della prima regista donna del cinema italiano Elvira Notari.

Un libro che ci porterà nel patinato e pioneristico mondo del cinema dei primi anni del '900, un mondo dove una piccola donna ha fatto la storia. Il Volume scritto in maniera impeccable da Chiara Ricci -laureata al Dams di Roma- già autrice di numerosi saggi su attori italiani, come la Magnani o piuttosto la Moricone e la Vitti, ci fa ripercorrere in lungo e largo quest'avventura della Notari. Il libro editato nel formato 21x29 è ricco di foto d'epoca e di documenti inediti. La prefazione è stata affidata al grande critico cinematografico, nonché già direttore del Torino Film Festival; Steve Della Casa... come dire una firma importante per un Volume importante.

 

ASCOLTA L'INTERVISTA REALIZZATA AD HOLLYWOOD PARTY RAI RADIO TRE ALL'AUTRICE intervista integrale

Si è chiusa la più importante Fiera del Libro europea, quella di Francoforte 2016

La LFA Publisher è stata presente alla

Hall 4.1 L74 con LibroCo Italia

Nata da appena tre mesi, la LFA PUBLISHER, s'è ritagliata già un piccolo spazio nell'Editoria vera, quella senza contributo, grazie all'accordo col distributore toscano LibroCo. Italia, la stessa è stata presente alla più importante kermesse europea del Libro, la Fiera di Francoforte. Un bel risultato per la nostra giovane casa editrice che fa della passione la sua arma, fino a questo momento vincente, condita da tanta professionalità, sopratutto dei giovani grafici che vi lavorano. Lo spazio alla Buchemesse, è stato al centro della grande struttura ricettiva che ospita ogni anno questa manifestazione, ed esattamente alla Hall 4.1 L74. La LFA Publisher ringrazia pubblicamente LibroCo. Italia per l'invito e sopratutto la Dott.ssa Donatella Nazzi per averci supportato e sopportato nel nostro primo grande evento. La LFA Publisher -comunque- intende proseguire in questo suo percorso di crescita e ha gettato già le basi per le prossime manifestazioni, ossia la Fiera di Roma e -sopratutto- Napoli Comicon 2017. La LFA Publisher crede nei suoi progetti e nei propri Autori che sinergicamente seguono la stessa.

 

Guarda tutte le foto della manifestazione

Napoli diventa sempre più LFA Publisher

Per le case editrici medio-piccole, come la nostra, a volte è quasi impossibile entrare nei grandi Store italiani, ma quando ciò avviene è fondamentale per portare i nostri Volumi al "tatto" del lettore. Pur vero che, con il nostro distruibutore LibroCo., siamo presenti e distribuiti in modo capillare in tutti gli store on line e ordinabili presso tutte le librerie, ma -come detto- entrare in un Megastore è qualcosa che c'inorgoglisce e ci fa capire d'aver imboccato la strada giusta, quella di essere editori veri senza alcun contrbuto per gli  autori. Da qualche tempo sempre più librerie fisiche partenopee ci stanno affiancando, come: Iocisto in via Cimarosa, Libreria Raffaello via Kerbaker, Feltrinelli Express Stazione CL. e Mooks Mondadori in piazza Vanvietelli... step by step stiamo "conquistando" Napoli. Come detto, per noi è un grandissimo traguardo esser presenti fisicamente in queste librerie, ma da ambizosi quali siamo e credendo nelle nostre giovani porfessionalità oltre che nel rispetto verso i nostri Autori, siamo convinti che potremmo proseguire in un cammino di crescita e divulgazione dei nostri Volumi perchè crediamo fermamente nella nostra missione e nei libri che editiamo.

Il nostro scaffale presso la libreria IoCiSto via Cimarosa, angolo Piazza Fuga, Vomero -Napoli-

IL BOOKTRAILER DEL MESE

Al di là del Male

Un libro di Franco Anatriello 

Realizzazione Pietro Esposito

Voce narrante Serena Verrengia

L'EDITORIA CON CONTRIBUTO:

UMILIANTE PER CHI SCRIVE, MORTIFICANTE PER CHI LEGGE!

Stampa Stampa | Mappa del sito
© LfaEditoreNapoli Via Armando Diaz 17 80023 Caivano Partita IVA: 06298711216